Tag Archives: Siria

Dennis Kucinich e la miopia della sinistra sulla Siria

Una foto di propaganda rilasciata dalla Syrian Arab News Agency (SANA) che mostra il presidente siriano Bashar al-Asad (a sinistra) mentre parla con il deputato democratico statunitense Dennis Kucinich durante un incontro a Damasco, 2 settembre 2007. (AFP/SANA).

di Joey Ayoub da Middle East Eye

Per convenienza gli antimperialisti essenzialisti occidentali non fanno caso al brutale opportunismo di Asad nei confronti dell’estremismo religioso. Read more

L’islamismo dei disastri

Ragazzi osservano la città di Qayyarah in fiamme. 09 novembre 2016. (Foto di Mstyslav Chernov)

di Jamie Allinson da Salvage Magazine

Che cosa indica il termine Stato Islamico? Dal settembre 2014 l’autoproclamato califfato e i suoi seguaci hanno conquistato e poi perso migliaia di chilometri quadrati di territorio siriano e iracheno uccidendo – e in molti casi schiavizzando e torturando – migliaia di persone. Hanno affrontato i bombardamenti di Stati Uniti e Russia, aperto gruppi affiliati in almeno otto paesi e condotto (o rivendicato) almeno settanta attacchi fuori dalla Siria e dall’Iraq. Nella sola estate 2016 l’ISIS, o delle persone che hanno dichiarato essere suoi affiliati, ha attuato diciassette attacchi. È qualitativamente diversa da qualsiasi altra organizzazione terroristica precedente e le forze della reazione islamofoba, non ultimo il nuovo presidente statunitense, non hanno perso tempo per occupare lo spazio che si è così aperto sull’estrema destra. Read more

Rivoluzioni violate a Genzano

Cliccalo per allargarlo

Cliccalo per allargarlo

Ho ripreso un mio vecchio subvertising di Shepard Fairey per fare la locandina della presentazione di uno dei pochi libri decenti usciti in Italia sul processo rivoluzionario nella regione araba.

L’iconografia utilizzata, oltre al faccione coperto di un manifestante, vede la presenza di Handala scrivere Rivoluzione fino alla vittoria e la foto di una militante rivoluzionaria egiziana recentemente liberata dopo aver trascorso anni in carcere per manifestazione non autorizzata.

Insomma, i Castelli vi aspettano.

Anche su The Palestine Poster Project Archives

Good Morning Left Side!

Salva

Salva

Il fondamentalismo islamico, la Primavera Araba e la Sinistra

Manifestazione della sezione giordana dei Fratelli Musulmani (AFP/Getty Images)

Manifestazione della sezione giordana dei Fratelli Musulmani (AFP/Getty Images)

Intervista a Gilbert Achcar di Ashley Smith
Da International Socialist Review

Gilbert Achcar è professore di relazioni internazionali presso la School of Oriental and African Studies (SOAS) dell’università di Londra. È l’autore di numerosi libri tra cui “Scontro tra barbarie. Terrorismi e disordine mondiale“, “The Arabs and the Holocaust: The Arab-Israeli War of Narratives“, “Marxism, Orientalism, Cosmopolitanism” (Haymarket, 2013) e “The People Want: A Radical Exploration of the Arab Uprising” (University of California, 2013). Ha appena pubblicato “Morbid Symptoms: Relapse in the Arab Uprising” (Stanford University Press, 2016). Ashley Smith lo ha intervistato su una delle domande più importanti poste dalla Primavera Araba: la sinistra cosa ha capito del fondamentalismo islamico e come ci si relaziona? Read more

Aleppo brucia

aleppo_bruciaCliccalo per allargarlo

I miei due spicci a sostegno del popolo siriano che ad Aleppo si trova a dover subire l’aggressione del regime di al-Asad e dei suoi sponsor internazionali da cui prende ordini.

Nella (dubbia) speranza che nella campagna di mobilitazione su scala mondiale l’Italia non sfiguri e magari a Roma si veda anche qualche elemento dei militanti “internazionalisti” ben attenti a mobilitarsi solo a targhe alterne.

Anche su Goodmorning Left Side

Adinolfi Akbar!

Cliccalo per allargarlo

Cliccalo per allargarlo

Ecco fatto: L’ISIS, che da mesi annuncia di voler far sventolare la propria bandiera su San Pietro, è finalmente giunto in Italia nella sua declinazione cattolica estremista.

Chiedo perdono in anticipo all’ISIS e al sig. Muqtada al-Sadr (di cui ho utilizzato il corpo per il fotomontaggio) per averli accostati al Popolo della Famiglia e a Mario Adinolfi. Comprenderò ed accetterò ogni fatwa emessa contro di me.

Ecco una piccola rassegna sul terrorismo cristiano nel mondo.

 

Nutrire il pianeta?

Cliccalo per allargarlo

È bene precisare subito che non voglio la cacciata dei suddetti tizi (e degli stati che rappresentano) dall’Expo di Milano. Anzi, sono convinto che questi due criminali si trovino bene in una cornice che è fatta di sfruttamento, cementificazione e devastazione ambientale.

Trovo solo ironico come questa kermesse che ha come slogan “Nutrire il pianeta” (e come sponsor delle multinazionali del rango di McDonald’s) accolga al suo interno gli stand di due paesi i cui governi non si sono distinti per l’attenzione ai temi alimentari.

Stiamo parlando di Benjamin Netanyahu, primo ministro dell’entità di occupazione della Palestina e ben noto criminale di guerra che può anche vantarsi di avere inaugurato una politica di contingentamento alimentare nella Striscia di Gaza, e Bashar al-Asad, capofila del regime siriano che negli ultimi 4 anni si è classificato al secondo posto nella competizione regionale di massacro dei palestinesi, oltre ad essere responsabile dell’assedio al campo profughi di Yarmouk e della conseguente carestia.

Come si dice dalle parti mie: chi s’assomiglia si piglia.

« Older Entries