Tag Archives: Grevitas

Brega Vs. Scott | Boxe night!

Mario Brega vs. Gordon Scott

Cliccalo per allargarlo

È ben noto che sono affetto da una gravissima forma di fanatismo castellano, fatto che da molti viene scambiato per un’acuta forma di nazionalismo che mi impedisce di apprezzare le altre culture, soprattutto quelle dei miei vicini.

Già in passato ho confutato questa ipotesi dedicando una cartolina (anzi, più di una) al più fulgido esempio della romanità e non potevo certo esimermi dal celebrare la sua controparte maschile.

Se la Sora Lella è la Giunone dell’Urbe tardo novecentesca, Mario Brega ne è contemporaneamente il Giove e l’Eracle: perenne messicano negli spaghetti western interpretati in gioventù, in età avanzata si è trasformato nella sintesi del romanaccio caciarone, spesso di buon cuore e ancor più spesso irascibile e manesco.

Potevo ricordare il celebre “sta mano può esse fero o può esse piuma“, la storia degli apprezzamenti alla figlia a Via Veneto o l’offerta di olive greche e prosciutto dolce come un zucchero, ma la sua vicenda più eroica è sicuramente quella in cui lui, sconosciuto attore italiano, si ritrova a stendere a cazzotti il famoso attore ed ex pugile Gordon Scott.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Rivoluzioni violate a Genzano

Cliccalo per allargarlo

Cliccalo per allargarlo

Ho ripreso un mio vecchio subvertising di Shepard Fairey per fare la locandina della presentazione di uno dei pochi libri decenti usciti in Italia sul processo rivoluzionario nella regione araba.

L’iconografia utilizzata, oltre al faccione coperto di un manifestante, vede la presenza di Handala scrivere Rivoluzione fino alla vittoria e la foto di una militante rivoluzionaria egiziana recentemente liberata dopo aver trascorso anni in carcere per manifestazione non autorizzata.

Insomma, i Castelli vi aspettano.

Anche su The Palestine Poster Project Archives

Good Morning Left Side!

Salva

Salva

Adinolfi Akbar!

Cliccalo per allargarlo

Cliccalo per allargarlo

Ecco fatto: L’ISIS, che da mesi annuncia di voler far sventolare la propria bandiera su San Pietro, è finalmente giunto in Italia nella sua declinazione cattolica estremista.

Chiedo perdono in anticipo all’ISIS e al sig. Muqtada al-Sadr (di cui ho utilizzato il corpo per il fotomontaggio) per averli accostati al Popolo della Famiglia e a Mario Adinolfi. Comprenderò ed accetterò ogni fatwa emessa contro di me.

Ecco una piccola rassegna sul terrorismo cristiano nel mondo.

 

Straight outta Castles: 2 anni dalla rivolta di Albano

Due anni fa nelle strade dei Castelli Romani abbiamo assistito (e partecipato) ad una delle poche (forse l’unica), genuine rivolte popolari antifasciste degli ultimi tempi. Un’intera giornata trascorsa ad assediare una chiesa per impedire la tumulazione del boia delle Fosse Ardeatine e a difendersi dai vili assalti dei neofascisti e della polizia.

Read more

Buon Natale solidale (in ritardo).

Cliccalo per allargarlo

Ennesimo ritardo: questa grafica era pronta a luglio ed è stata ideata apposta per essere messa on-line per la vigilia di Natale. Come al solito ci sono arrivato con quasi una settimana di ritardo.

Il titolo significa “Colpire colpire Tel Aviv” ed è il titolo di due canzoni (Udrub udrub Tel Aviv e la sua versione 2.0) scritte per celebrare le (poche) armi della Resistenza palestinese.

« Older Entries