Stronzate fresche!

Cliccalo per allargarlo

Cliccalo per allargarlo

La locandina di oggi voleva essere un ritorno alla stupidità originaria di questo sito, forse poteva anche diventare una nuova testata al posto del vecchio cobra per ricordarmi che questo spazio telematico nasce soprattutto come ricettore di stupidaggini, magari anche politiche però sostanzialmente divertenti.

Invece no: prima sui quotidiani nazionali scatta la polemica su quanto fossero beceri degli studenti caricati dalla polizia in una biblioteca universitaria, poi, dopo una giornata trascorsa al pronto soccorso, ho intercettato una nota trasmissione in onda su una rete nazionale che trasmetteva un servizio sulla Palestina dove si riusciva a far passare i coloni sionisti ad al-Khalil* per un gruppo di boy-scout.

Ho deciso dunque di lasciar perdere la stampa “ufficiale” e di buttarmi nel sottobosco di blog, sitarelli e giornalini on-line che abbracciano l’area della “controinformazione”. Ovviamente ho cercato accuratamente di evitare tutta la frangia “alt-right/rossobruna/neonazista/complottista” senza però riuscirci: ho trovato articoli in un italiano da seconda elementare scritti da frequentatori di manifestazioni naziste, roba complottista sugli ebrei che controllano il mondo**, elogi del “socialismo cinese” o fulgidi esempi di fact-checking in cui gli articoli satirici vengono scambiati per notizie vere.

La stampa locale non la commento nemmeno perché credo sia uno strumento delle lobby farmaceutiche per vendere maggiori quantità di Maalox.

Alla fine c’è il grande capo degli Stati Uniti d’America che in pieno stile “alt-fact” si inventa un attentato in Svezia.

Questo che lancio è un appello disperato: cari “giornalisti”, questa locandina è un regalo per voi. Spero vivamente di assistere ad un vostro celere ritiro a vita privata in modo tale da riprendermela e poter riassumere il mio ruolo di monopolista nello sfornare stupidaggini.

* = Il video nel link ovviamente non è quello che mi ha fatto indiavolare, anzi è uno dei pochi documentari ben fatti sull’occupazione della città.

** = L’articolo nel link è un buon debunking dell’isteria anti Soros.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *