Lo spazio non ha confini

space no borders science fiction
Cliccalo per allargarlo

La settimana che sta per concludersi ha visto il primo presidente arancione della storia umana dichiarare la nascita di una forza spaziale per il dominio statunitense del cosmo.

Nel mio piccolo vorrei ricordare che lo spazio deve essere esplorato e non conquistato e che fare nostro il motto “Infinte Diversità in Infinite Combinazioni” non solo ci renderà accettabili dagli alieni, ma potrebbe anche rendere più facile la coesistenza con i nostri simili senza rinchiuderli in campi di concentramento separandoli dai loro figli oppure impedendogli l’accesso ai nostri porti nel nome di un’invenzione chiamata confine.

Ovviamente dobbiamo anche ricordarci che uno degli assiomi della fantascienza e della lotta al colonialismo è che gli invasori devono morire, ergo salvaguardiamoci.

Questo poster è una triste attualizzazione di un biglietto di auguri natalizi per la mia famiglia che ho rubato da un’illustrazione sovietica incisa su un portasigarette.

soviet sci-fi

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.