Un tuffo nel Medioevo

NAZIPOPECliccalo per allargarlo

Ed eccoci, habetis papam. Al netto dello scenario medioevale con i drappi, i soldati con le sciabole (ma non erano per la pace?) e le frotte di decerebrati urlanti che mi hanno fatto venir voglia di prendere la macchina del tempo per andare a vivere nel regno di re Salomone o nel califfato Abbaside (due periodi storici di gran lunga più moderni e LAICI), vi lascio con qualche informazione sul nuovo sciamano.

I segreti di Francesco I

Bergoglio è ben conosciuto in Argentina. Nel bene e nel male. Un’inchiesta lo accusa per la vicenda di due sacerdoti torturati

Il lato oscuro di Jorge Mario Bergoglio: “Colluso con la dittatura argentina”

Il nuovo Papa in una scheda fortemente critica sul suo passato. Era il 2006 quando il sito di Don Vitaliano della Sala, ‘prete no global’, ricostruì le macchie di chi oggi è chiamato a guidare la Chiesa Cattolica

Continua su Today.it

5 comments

  1. Ciao. Due parole soltanto, perchè mi sembra che vuoi combattere gli schemi con altri schemi.

    – ” scenario medioevale con i drappi, i soldati con le sciabole “: Che ti piaccia o no, siamo, per questioni antropologiche, delle società organizzate in rituali. E sono alla base delle tradizioni popolari…e il fatto che ti sembrino medievali è intrinseco al concetto stesso di tradizione…mai sentito parlarne?

    – “frotte di decerebrati urlanti “: Sai, io sono un’anticlericale convinta, ma non mi sembra un atteggiamento maturo offendere il credo religioso (qualsiasi esso sia) di migliaia di persone, soltanto perchè è strutturato ‘politicamente’ in un’organizzazione marcia e corrotta. Insomma, sicuramente tra queste frotte, c’è chi ti si mette in tasca tranquillamente…non penso sia da discriminare per la sua dimensione spirituale! Sei sicuro di essere così laico ed aperto come dici? Io mi farei due conti…
    N.B. Ogni religione (questioni teologiche a parte) di ogni società umana, merita rispetto per il semplice fatto di essere il frutto di una profonda dimensione storica e di un’ immane sistematizzazione filosofica…è il nostro stesso specchio, è come ogni altra disciplina della lunga evoluzione dell’uomo. Non dovresti essere più umile, forse?

    Per quanto riguarda Bergoglio, è un papa, e già chi fa carriera politica all’interno del Vaticano deve necessariamente ‘sporcarsi’, spiritualmente e moralmente parlando.
    La Chiesa Cattolica storicamente ha ‘collaborato’ con le ditttature e siamo d’accordo, ma non sono neanche passati tre giorni che già questo papa non ha minimamente possibilità di gioco…io direi che è solo un uomo, come noi, e questioni teologiche a parte, ripeto, diamogli una possibilità cazzo, proprio in nome della laicità che tanto decanti!

    P.S. Chi scrive non è cattolica (ANZI), papalina, guelfa o ghibellina. Mi servo di idee, non di ideologie.
    Saluti!

  2. Vedo bene che non hai approvato il mio commento nè tantomeno hai risposto!
    Bravo, bel modo di confrontarsi, laico e civile!
    Evviva la censura!

  3. Cara Angela,
    In primis questo sitarello è una cosa personale che vedo ed aggiorno quando e se ho tempo e voglia. Se qualcuno mi paga uno stipendio mi metto a fare il “blogghere de professione” e lo controllo tutti i giorni. Giurin Giurello.
    – Che il medioevo sia intrisecamente connesso al concetto di tradizione ci da solo il metro di quanto sia arretrata la società “contemporanea”. Tra l’altro quell’oretta di medioevo l’ho pagata pure io, quindi almeno ci lasciassero decidere con un televoto se vogliamo vedere in diretta a reti unificate il medioevo, la pace di westfalia o il congresso di Vienna.
    – Se quei tizi sostengono un’organizzazione marcia e corrotta (parole tue) vuol dire che o sono marci e corrotti pure loro oppure sono dei decerebrati. È evidente che per come la metti te gli ho fatto un complimento. Più che una dimensione spirituale ho visto una roba del tipo “andiamo dal sovrano che col potere taumaturgico ci guarisce dalla scrofola”.
    – Porterò rispetto alla religione quando smetterà di essere uno strumento di controllo, fino ad allora le sistematizzazioni filosofiche mi interessano davvero poco.
    – Bergoglio (in quanto prete proveniente dall’ala conservatrice, in quanto papa, in quanto monarca, in quanto sciamano teocrate) è un mio nemico. Non gli ho chiesto io nè di sporcarsi nè di sporcare di sangue i martiri della teologia della liberazione che ha contribuito ad eliminare in quanto fedele esecutore delle politiche di “Marlon Brando” Wojtyla e di Peppe Ratzinger. Per il portato di sangue legato al suo ruolo direi che il papa se la deve MERITARE la possibilità. Non deve solo mettersi il crocefisso di ferro, deve pure mettere all’incanto tutti i crocefissi d’oro che tiene chiusi in Vaticano. Non deve solo annunciare “moralità”, deve chiudere quel centro mondiale di crimine e riciclaggio dell’Opus Dei. Non deve solo annunciare di voler essere vicino ai poveri, deve cominciare a premere per farsi togliere le esenzioni fiscali (anch’esse medioevali) che gli permettono di fare profitti d’oro. Se vuole un buon rapporto con i laici smettesse di far ingerire la sua cupola mafiosa nelle mutande di chi non condivide la sua superstizione. Tutto il resto (mezzi pubblici, buongiorno, buonasera ed altre stupidaggini) è noia e propaganda.

    So di servirmi di ideologie, il problema è chi è ideologizzato e non lo sa.
    al Masri

    1. Ciao Emanuele…ho avuto problemi, mi diceva che il mio commento era stato cancellato e mi sono ‘alterata’, cmq non ce l’ho con te, sono solo stufa della gente che fa fuoco, a me sembra, senza essere costruttiva.

      – ” quanto sia arretrata la società ‘contemporanea’ ” … la società contemporanea è arretrata per ben più gravi motivi che per un conclave mandato alla Tv, mi sembra futile concentrarsi su un problema come questo, che, sinceramente, ha anche il suo fascino storico. (E dovresti prenderla così anche tu, comincia col guardare ciò che non condividi attraverso una lenta neutra). Non faranno mai una tv a misura tua nè mia…ogni paese manda in onda ciò che lo caratterizza, anche se non ti ci riconosci…puoi sempre cambiare canale, puoi spegnerla, puoi non pagare l’abbonamento. Stacci. Hanno mandato in onda CAGATE ben più pazzesche e mo’ ti scandalizzi per un conclave che ha radici ben più radicate che IL MATRIMONIO DI WILLIAM E KATE!!!!!!!!!!!! Eddai, su!!!!!!

      – ” Più che una dimensione spirituale ho visto una roba del tipo “andiamo dal sovrano che col potere taumaturgico ci guarisce dalla scrofola”…ma chi? le vecchiette di paese nate nel 1930? Eddai su, io sto parlando di uno standard preciso! Partecipare o assistere all’elezione di un papa è sintomo di essere senza cervello? Ma che stai dicendo? Ma davvero pensi che questa sia la piaga principale in Italia? Io sto parlando di ‘dimensione spirituale’ tu continui a rimanere sul piano politico del Vaticano: su questo ti ho detto che sono d’accordo, ma smettila di generalizzare, dimostri di andare a senso unico. Non è che per forza: “persone che vanno in p.zza S. Pietro” = “persone bigotte decerebrate” … oh, guarda che non è mai tutto bianco o tutto nero, lo vuoi capire?

      – ” Porterò rispetto alla religione quando smetterà di essere uno strumento di controllo “…ma io mica ti ho chiesto di non bestemmiare…però neanche m’interessa farti cambiare idea, se dici che non t’importa delle sistematizzazioni filosofiche. Della vera natura delle cose. E’ come non voler studiare D’Annunzio perchè fascista…io lo troverei assurdo, raccapricciante, una vera violenza alla letteratura italiana.

      – “Non deve solo mettersi il crocefisso di ferro, deve pure mettere all’incanto tutti i crocefissi d’oro che tiene chiusi in Vaticano” …che ne sai che non è cominciato un piccolo risveglio della coscienza? Le premesse mi sembrano buone, certo, sta facendo metà del suo dovere, ed è una cosa a cui la gente non è abituata (ecco perchè inneggiano subito alla santità) ma visti i precedenti disastrosi, neanche scontata.

      Cmq ribadisco, questo è un dialogo sterile in partenza, non voglio cambiare le posizioni di nessuno.
      E’ solo che tra laicità ed integralismo c’è differenza.

      L.W.

      1. Io sono molto costruttivo: infatti vorrei espropriare tutti i beni della chiesa cattolica e mandarli davvero a fare i poverelli che fanno del bene ai poverelli.
        La società attuale, è vero, è arretrata per tanti motivi, primo fra tutti la presenza di entità come le chiese che fanno di tutto per mantenere la gente in stato di minorità. D’altronde non posso vedere le cose con una lente neutra (non lo fai neanche tu, non lo fa nessuno), soprattutto una cosa che ha la stessa funzione del matrimonio dei due coronati inglesi. D’altronde ti ricordo che il matrimonio è un istituto ben più radicato del conclave con cui si elegge il monarca assoluto del Vaticano. A prescindere dalle radici storiche di entrambi gli eventi sono comunque propenso ad un bel rogo di regnanti e cardinali (sempre per essere costruttivo 🙂 ).
        Sul “potere taumaturgico” posso dirti che non sono solo le signorotte degli anni ’30. Basta leggersi ogni tanto l’Osservatore Romano (io lo faccio, e spesso anche) per capire che la più grande lamentela dei vescovi è che gli italiani (gli europei in generale) hanno con la chiesa lo stesso rapporto che hanno con i vaccini: portano i figli al battezzo, c’è poi il “richiamo” della comunione e della cresima, poi se vogliono si sposano in chiesa (magari 3 o 4 volte) e se fanno unge dal prete quando muoiono. Ma d’altronde pure io porto il castagnone in tasca contro il raffreddore.
        Non bestemmio ed il papa non è D’Annunzio (persona davvero invereconda), non è un letterato bensì un governante straniero che in Italia non paga uno straccio di tasse ed ha l’insana propensione (lui o i pastori suoi sottoposti) a mettere bocca in ogni evento della politica italiana. Posso anche rispettare alcuni credenti ben selezionati ma non rispetterò mai un teocrate assolutista, così come non rispetterò mai i vari Berlusconi, Bersani o Monti.
        Che faccia le cose giuste non mi pare. Anzi, sono bellissimi strumenti di facciata per fare poi lo schifo. Anche Wojtyla aveva la sua fama di “marlon Brando” della Chiesa e di dialogatore buono. Alla fin fine poi il suo ghost writer era Ratzinger (non proprio un simpaticone, ma comunque amatissimo dalle schiere di cattolici), ha aumentato il potere all’Opus Dei, ha nominato caterve di vescovi e di cardinali ultraconservatori ed ha dato enormi mazzate alla teologia della Liberazione. Poi ‘sto Bergoglio potrà pure divenire un grande riformatore della chiesa (come se puoi un uomo solo potesse riformare un’entità politica ed economica) ma prima di avere il mio rispetto dovrà ottenerlo. Crocefissi di ferro, anelli d’argento e pagamento dell’albergo non sono proprio mutamenti sostanziali.

Rispondi a LittleWing Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.