Take a break

Cliccalo per allargarlo

Riprende la lettura dei Castelli in chiave anni ’30. Stavolta il tè è il mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *